Venezia. Un uomo balbuziente cammina per strada con un amico. A un certo punto il balbuziente dice all'amico: "Va va va ... va che bea tosa!"
"E dove sea?"
"E e e ... e ea se sa passà!"
Continua così per altre tre volte, alla quarta: "Va va va ...", e l'amico: "Ea go sa vista!"
"E e e ... eora parchè te a ghe pestà?"