Un tizio affetto da forte balbuzie sta passeggiando in via Pordenone e trova per caso un cavallo morto in mezzo alla strada. Tutto agitato afferra il cellulare e chama subito il 115: "P..p..p..ronto...ho t.t....t..rovato un c...c...c...avallo m..m...m..orto!"
"Dove? Ci dica dove l'ha trovato che veniamo a prenderlo subito", risponde il pompiere all'altro capo.
"L'ho t..t....t...rovato in v...v.....v..ia P..p..po...po...po......" ma non riesce a pronunciarla, e mette giù, tutto arrabbiato. Deve farcela, pensa dentro di sé!! Chiama di nuovo i pompieri: "P..p...p..ronto"
"Pronto, ancora lei? Ci dica dove ha trovato questo cavallo!", riponde spazientito il pompiere.
"E' in v..v...via P...P...Po...Po...Po", e non ci riesce!
Passa una mezz'oretta e al centralino dei pompieri arriva una chiamata: "P...P...pronto!"
"Ancora lei?? Ma la finisca o ci dica immediatamente dove ha trovato il cavallo morto!", risponde ancora più arrabbiato il pompiere. "L'ho t.t...rovato in v..v..v..viale Po!"
"Ooooh, finalmente era ora!!", esclama il pompiere.
"S..s..sì, ma c...c...che fatica portarcelo!"
(grazie a Pippo)