Una serata piovosa. Un tizio, un po' brillo, alla guida di un'Ape dà un passaggio a un uomo di colore. Poiché guida in modo spericolato, il passeggero lo avverte:
"Addendo ... ga ... ribaldi!"
L'autista, ridendo, accelera ancora di più, dicendo:
"Eh, bravo, conosci pure Garibaldi!"; ma in una curva il mezzo esce di strada, finisce nel fosso adiacente e si ribalta.
Allora l'uomo di colore: "De l'avevo detto ga ... ribaldavi!"
(grazie a Vincenzo da Signa)