Il sabato sera è un classico per gli hackers. Ti puoi rendere conto che la serata butta male dal tono di voce con cui la tua donna ti invita a seguirla al party dell'amica: più è mielosa, meno chance ci sono di divertirsi; e siccome il sabato sera non ti puoi inventare la scusa-tipo "... devo studiare" (scusa che solitamente adotti per poter trascorrere qualche ora in più davanti al monitor), eccoti bello e fregato costretto a "divertirti" e a "essere più sociale". Ogni volta la speranza è la stessa: la donna si ammala o non può uscire, e tu prepari birrozza fantozziana, panini e Mars per una sessione di almeno 6 ore su Itapac; la realtà invece è che la tua donna sta benissimo, e ti sta guidando senza pietà verso la festa.
La casa è piena di gente che non hai mai visto, e dopo appena due minuti cerchi se per caso da qualche parte (non si sa mai) hanno installato un terminale per poterci smanettare. Il classico amico che non vedi da un anno ti presenta alle donne come "quello del computer di cui vi parlavo...", ma le donne non gradiscono per niente, però l'uomo di una ti si avvicina e ne approfitta per estorcerti informazioni preziose sulla programmazione in BASIC del C64. Tu, che il C64 lo odi e che da poco cominci a credere di conoscere sul serio Unix, lo guardi male e pensi: bifolco.
Lui insiste, divaga sul "drive" del suo giocattolo, tu annuisci e pensi "controlpi cielle-erre".

La biondina che è arrivata sola ti si avvicina mentre tu, pensieroso, stai ripensando alla c-shell di uno strano Ultrix che hai hackato. Lei probabilmente pensa tu abbia dei problemi (vero, i metacaratteri della c-shell creano sempre problemi...) e ti rivolge un promettente "Ciao" tutto da interpretare (o compilare,a seconda di come ti senti). "ACP: COM", pensi dentro di te, e ricambi sorridendo il saluto; già ti stai facendo strane idee, quando alle tue spalle noti la sagoma inconfondibile della tua donna. "ACP: RESET RPE" le vorresti dire, ma la situazione è fin troppo chiara: la portante è già caduta.
La festa è fiacca, si formano i gruppetti mentre tu pensi che in questo momento probabilmente c'è Pengo ad Altos che chiacchera con Blau.
Un tizio è tempestato di domande, scopri che fa deltaplano; li guardi mentre lo invidiano, loro non sanno che tu -proprio ieri! - sei entrato nel VAX della DynaComp, e hai fatto partire l'UAF...
Dove si va in vacanza questa estate? Confusione spaventosa con proposte geograficamente azzardatissime (Kilimangiaro???); tu le idee in proposito le hai ben chiare: prima tappa a Monaco per visitare Altos, seconda tappa a Essex (i terminali di Mud si devono vedere almeno una volta nella vita...), terza e ultima tappa Parigi, dove c'è un Univac 1100 che ti fa impazzire...
Hey, c'è uno che fa informatica... bene bene, cerchi subito - come prima cosa - di sapere nome e codice di addebito della sua password sui terminale di facoltà. Si specializza in telecomunicazioni... mhm... sai che cos'è un dialout?". No, il tipo non conosce i dialout. "Ignorante" concludi.
Intanto arriva la torta; mentre azzanni una fetta, concludi che la prima cosa da fare una volta a casa è controllare se per caso hanno riaperto quella Gateway in Belgio... la donna ti guarda malissimo: in tutta la serata ti sei fatto i fatti tuoi alla grande; per farti perdonare balli un lento.
Lei ti stringe, tu tentenni. Ripensando a Telenet, quella NUA che hai trovato non può essere un X25, al massimo è un vax-cluster...
Finalmente finisce, meno male. Saluti e baci, ciao e grazie, di corsa a casa.
Accipicchia che tardi (in chat ci saranno solo gli australiani), ciao e buonanotte.
Il percorso garage-casa-modem lo copri in tre minuti, corsa in ascensore, accensione monitor, hard disk e computer, modem, itapac..
ACP:CLR NC. Come NC??? Tutto NC, anche il Cilea.
Un lungo, pietoso lamento disturba il sonno dei vicini.
Pensi che, dopotutto, la vita è una continua commutazione dei tuoi pacchetti, entri nel letto maledicendo Itapac, spegni la luce.
Ti addormenti sperando, almeno, di sognare a 9600 baud...