C'è un contadino, un tipo molto grosso e severo, che tutte le sere si siede fuori della sua cascina a guardare fiero le ciliege che maturano. Una sera si accorge che le sue ciliege cominciano a mancare, allora decide di curare di nascosto il suo albero, ma il ladro non si fa trovare.
Fino che una sera, all'imbrunire, vede dei rami muoversi ... allora piano piano si avvicina, si mette sotto l'albero e vede una persona con un piede su un ramo e uno su un altro, che mangia a piene mani le sue ciliege; preso dall'ira allunga il grosso braccio e con un colpo secco agguanta i genitali del ladro ... e con voce grossa gli grida "CHI SEI ... DIMMI CHI SEI!". Il ladro mugola ... non risponde ... allora il contadino si arrabbia notevolmente e stringendo più forte, gli grida "... CHI SEIII?!!!!". A un certo punto si sente una vocina che balbetta "... mmm mmmm sso-sooo-sono LU-LU-LUIGGI ...!!!!" Il contadino sempre più arrabbiato, continuando a stringere urla "LUIGI CHI????" Il povero ladro risponde sempre balbettando "....luu-LUUIGI IL MUTO!!!"
(grazie a Giuseppe)