Un prestigiatore lavora su una nave in crociera nel Mar dei Caraibi. Il pubblico cambia ogni settimana, così il mago può fare sempre gli stessi trucchi. C'è solo un problema: il pappagallo del comandante, sempre appollaiato dietro di lui, vede lo spettacolo ogni giorno e, settimana dopo settimana comincia a imparare i trucchi. Così, ogni volta che ne scopre uno, proprio nel bel mezzo dello spettacolo si mette ad urlare: "Ehi! Non è lo stesso cappello!" "Ehi! Sta nascondendo i fiori sotto il tavolo!" "Ehi! Perché tutte le carte sono assi di cuori?!"
Il prestigiatore è furioso, ma non può farci niente, quello è il pappagallo del comandante.
Un giorno scoppia un terribile uragano e la nave affonda. In mezzo al mare c'è il prestigiatore, attaccato a un pezzo di legno e, lì di fianco, appollaiato ... il pappagallo. Si guardano, silenziosi, per tutto il giorno. Il giorno dopo uguale, silenzio. Dopo tre giorni, finalmente il pappagallo dice: "OK, rinuncio. Questo non l'ho proprio capito. Come hai fatto con la nave?"