Un nostro caro utente, Giuliano 67, ha raccolto una serie di strafalcioni presenti nella nostra sezione dello "Stupidario" e ne ha fatto un racconto... Ecco cosa ne &egrave venuto fuori:

Sarò breve e CIRCONCISO.
La settimana scorsa sono andato a Roma da un grande medico specialista che mi ha fatto un ACCERCHIAMENTO, per via delle BILIE al fegato. Al ritorno, mentre IMBUCAVO l'autostrada, mi sono visto passare davanti, all'improvviso, una ambulanza a sirene SPIETATE, che mi ha fatto sussultare per lo spavento. Allora, forte del mio BAGAGLIAIO di esperienza, per prudenza, ho cercato di rilassarmi accostando presso un Motel PAVESINI, per darmi una RIFUCILATA e li ho fatto un pranzo TRUCULENTO a base di pesce, con vongole VORACI, SEPPIOLE e contorno di CETACEI, anche se i prezzi erano GASTRONOMICI. Appena pranzato, dopo aver INNESCATO sul mio telefonino la SEGRETARIA, mi sono messo un po' a dormire. Altro che pennichella... Mi ha svegliato il giorno dopo un mio amico camionista che si trovava nei paraggi, un tipo molto prolisso che non ha il dono di SINTASSI e insieme a lui, poco dopo, siamo andati al mare li vicino per fare un bagno, ma mentre eravamo in acqua, un'onda ANONIMA per poco non ci faceva annegare. Il mio amico si è fatto male alle trombe di PISTACCHIO mentre io ho accusato un forte dolore allo STERCO. L'amico Beppe, a un certo punto, si è leggermente arrabbiato e stranamente se l'&egrave presa con me, tanto che i nostri rapporti di amicizia, da allora, si sono un po' INCLINATI. Mentre ripensavo a tutto quello che era successo, si è avvicinata una GARZA LADRA che si è fregata l'anello d'oro che avevo lasciato per un attimo su un muretto. A quel nuovo colpo di sfortuna sono rimasto PUTREFATTO. In lontananza si vedevano dei cavalli allo stato EBRAICO al piccolo galoppo, lungo il mare. Era il tramonto. Mille pensieri mi affollavano la mente: Ho pensato: appena torno a casa devo ricordarmi di mettere la nuova marmitta PARALITICA alla mia macchina, di farmi fare una DILATAZIONE alla bolletta della luce, di far curare mia moglie che ha le vene VORTICOSE e infine, una riflessione: alla mia morte, ho deciso di farmi CROMARE così darò una fregatura alle pompe funebri.

Giuliano 67