L'infinito di Leopardi:
leopardare!