Un muratore grande e grosso, dopo la giornata di lavoro, si accorge di avere qualche disturbo. Decide quindi di fermarsi da un medico per farsi visitare. Fa caldo, l'ambulatorio è strapieno, e il muratore ha una sete terribile. Si guarda attorno, in cerca di qualcosa da bere, finché nota una bottiglietta di Coca Cola su un mobiletto. Si avvicina e la beve tutto d'un fiato. Dopo un bel po' di tempo arriva il suo turno ed entra nello studio del medico: "Bongiorno, Dottò! Che caldo ... ah, proposito, me scusi ma nun ho resistito e me sò bevuto la sua Coca Cola!"
"Quale Coca Cola, scusi?"
"Ma quella che stava sul mobiletto!".
Il medico impallidisce: "Oh no! Quella non era Coca Cola, era un nuovo carburante per missili che io dovevo analizzare! Ma mi dica, lei come si sente?".
Il muratore scuote le spalle: "Io? Sto benone! Anzi sto mejo de prima!".
Il dottore non si convince: "Senta, facciamo in questo modo: le lascio il mio numero di telefono. Nel caso le capiti qualcosa di strano mi chiami ... mi raccomando, mi chiami!".
Nel cuore della notte a casa del medico squilla il telefono: "Pronto Dottò, sò quello che ha bevuto er carburante ..."
"Mi dica, cosa c'è?"
"Dottò ho fatto una scoreggia!"
"Tutto qui? Lei mi chiama per una scoreggia???"
"Dottò ... sono a Tokio!!!"
(grazie a Stenio)