E' Natale: un bambino torinese riceve in regalo un bell'orologio e un bambino siciliano, abitante anch'egli a Torino, riceve invece una piccola doppietta a le canne mozze.
Trascorse le vacanze natalizie i due bambini si ritrovano a scuola e naturalmente parlano dei regali ricevuti. Ognuno si innamora del regalo dell'altro e decidono così di scambiarseli.
Il bambino siciliano torna a casa dal padre tutto contento e gli dice: "Guarda papà: ho scambiato la mia lupara per questo bell'orologio tutto d'oro!"
Il padre si gira e gli molla uno schiaffone che gli fa vedere le stelle.
Il bambino piangente: "Ma papà ... che ho fatto di male? Non vedi che è un bell'orologio?"
"Sì, ma quando uno ti dice connuto tu cosa gli rispondi? che sugnu le quattru e un quartu?"
(grazie ad Alice)