Un attore squattrinato non riusciva a pagare l'affitto. Una mattina la proprietaria della casa lo incontrò di fronte alla casa e gli chiese i soldi che le spettavano.
"Signora, abbia un po' di pazienza con me", la supplicò l'attore, "Lo sa che un giorno la gente passerà davanti a questa casa, punterà il dito verso l'alto e dirà: 'Uno dei più grandi attori della nostra generazione una volta viveva qui'."
"Ah, guardi, se non paga l'affitto entro stasera", disse la signora, "potranno cominciare a dirlo da domani in poi!"