Due carabinieri, sapendo che la vendita di scarpe di coccodrillo può portare grossi guadagni, danno le dimissioni e partono per l'Africa. Ivi giunti, affittano una canoa e risalgono il fiume. All'improvviso vedono un coccodrillo che nuota beato, uno dei due carabinieri si tuffa e dopo terribile battaglia alla fine lo solleva fuori dall'acqua. Il suo compagno però lo guarda ed esclama: "Che sfortuna, questo coccodrillo non ha le scarpe, dai, ributtalo in acqua". Dopo un po' trovano un altro coccodrillo: uno si tuffa, battaglia all'ultimo sangue, ma dopo averlo sconfitto e sollevato il suo compagno esclama: "Ehhh, ma che scalogna! Anche questo è a piedi nudi, ributtalo dentro". La stessa scena si ripete varie volte finché i due decidono di rinunciare all'impresa e di ritornare in Italia. Si ripresentano al maresciallo: "Purtroppo ci è andata male, vorremmo essere riassunti". "Certo, ma come mai avete fallito?". "Il fatto è che di coccodrilli nell'acqua ne abbiamo trovati tanti, ma erano tutti a piedi nudi, senza scarpe". Il maresciallo si mette a ridere e poi dice: "Ma siete proprio svegli! Scusate un po', se erano nel fiume a fare il bagno, le scarpe le avranno lasciate in spiaggia, no?"