Alla Fattoria c'era anche Leopoldo MASCELLONI.
(grazie a Gianni)