Un giovanotto un giorno esternò il suo desiderio di diventare un grande scrittore.
Gli chiesero di definire la sua aspirazione: "Voglio scrivere cose che leggerà la gente di tutto il mondo, cose a cui la gente reagirà a livello profondo, cose che faranno urlare, piangere, ululare di rabbia e di dolore!"
Oggi lavora per la Microsoft e scrive i messaggi di errore ...