Un tizio ha un forte mal di pancia e, non avendo nulla in casa come rimedio, decide di chiedere ai vicini se possono prestargli la borsa dell'acqua calda.
Questi gli rispondono che non ce l'hanno e solitamente, in tali circostanze, utilizzano il gatto: "Se lo poggi sulla pancia! Ha lo stesso potere della borsa d'acqua calda!! Lo tenga per tutta la notte; ce lo restituirà domani!".
L'indomani i vicini vanno dal malato per riprendersi il gatto, e gli domandano se è andato tutto bene.
"GRAZIE!! IL dolore mi è passato! Qualche problemino con il gatto l'ho avuto ... non tanto con l'infilargli l'imbuto di dietro, ma quando era il momento di versargli dentro l'acqua calda!!!"