Una contessa organizza un pranzo con persone altolocate in occasione del compleanno della figlia. Il giorno del pranzo si accorge che le
persone che avrebbero dovuto sedere al tavolo sono tredici. Per eliminare problemi di superstizione convoca un amico invitato e gli dice: "Guarda,... devi cercare un'altra persona che possa partecipare!" "Sì, ma all'ultimo momento dove lo trovo un altro da far intervenire al pranzo?" Mentre ci pensa, vede il suo stalliere, una persona non molto fine, lo chiama e gli dice: " Senti ... dovresti venire con me a un pranzo. Mi raccomando solo di una cosa ... stammi sempre vicino e stai a sentire quello che ti dico di fare ... evita di parlare per non farmi fare brutte figure!"
Vanno al pranzo e dopo che questo è terminato la contessa si mette a girare e a parlare con gli invitati. A un certo punto arriva vicino allo stalliere. Il signore che gli sta sempre vicino gli dà una gomitata e gli dice sottovoce: "Rispondi alla contessa ma stai attento a quello che dici ..." La contessa gli chiede: "Come ha trovato il pranzo?" Lo stalliere con un accento vagamente napoletano risponde: "Ahhh ... squisito. Un pranzo veramente superbo che riporta alla mente i banchetti tenuti nelle mense reali!" Il signore a fianco dello stalliere gli da altre due gomitate e gli dice: "Bravo, bravo ... continua così ..." La contessa a questo punto gli chiede: "E gli invitati che le sembrano?" E lo stalliere (esaltato dai complimenti): "Persone veramente squisite... il fior fiore della società ...". Il signore a fianco sempre più stupito delle ottime risposte, dà altre due gomitate allo stalliere facendogli sottovoce i complimenti. La contessa continua e gli chiede: "E mia figlia ... che ne dice di mia figlia?" Lo stalliere: "Una ragazza veramente incantevole ... un fiore che si nota in una società in cui i ragazzi non hanno più ideali.".
Il signore a fianco sempre più orgoglioso continua a congratularsi ... La contessa prosegue e chiede allo stalliere: "Ma personalmente che pensa di mia figlia?" E lo stalliere: "Ha un fondoschiena pazzesco ... mhmmm ... non mi dispiacerebbe passare una notte con lei ... " Il signore a fianco diventato tutto rosso, da una gomitata allo stalliere dicendogli: "Ma no! Che dici? Contieniti ..." E lo stalliere: "... naturalmente pagando!"
(grazie a Daniele)