Si racconta che presso Caterina II di Russia, ogni aristocratico russo dispiaciuto per la morte della regina fu costretto ad accucciarsi nella grande anticamera del palazzo reale, a rimanere in quella posizione per alcuni giorni, miagolando come un gatto, facendo versi come se fosse una gallina, e prendendo il cibo dal pavimento con la bocca.