Le mie zie erano solite venirmi vicino durante i matrimoni, mi davano una ditata nei fianchi e, ridendo, mi dicevano:
"Il prossimo sei tu!"
Hanno smesso di farlo da quando io dico la stessa cosa a loro durante i funerali.